6 modi per fare soldi online

fare soldi online

Se si pensa a fare soldi online da casa, subito saltano alla mente metodi tradizionale come i sondaggi online e le affiliazioni, ma questi non sono gli unici modi per fare soldi. La lista che segue può farvi capire quanti e quali sono i metodi per lavorare da casa, sono tanti e sono 6.

Mettetevi comodi e scegliete quale di questi metodi fa al caso vostro.

Google AdSense

– Sotto il titolo un Banner da 336 × 280;
– Google Adsense nell’intestazion;
– La vostra barra laterale e Google Adsense;
– Adsense alla fine del post;
– Adsense nel piè di pagina;
– Moltiplicatore di Adsense.

Adsense è una delle piattaforme con più modi di realizzare un guadagno, e nel bene e nel male è comune trovare blogger che considerano Adsense una vera e propria perdita di tempo, mentre altri vi diranno che è il migliore per realizzare un guadagno comodamente da casa. Voglio chiarire una cosa, ho incontrato persone che guadagnano un sacco di soldi online con Adsense e io sono un amante del sistema pubblicitario di Google.

Sotto il titolo un Banner da 336 × 280

Dalla mia esperienza con i sottotitoli di Adsense posso dire che è uno dei migliori (se non il migliore) in termini di risultati per fare soldi. Questo tipo di pubblicità funziona meglio se si associa il proprio banner con il tema del post.

Ad esempio, scaricare Angry Birds e la bandiera di Angry Birds è il “pulsante di download”.

Google Adsense nell’intestazione

Questa alternativa è la migliore che ho lavorato nel mio primo blog di nicchia. Condivido qui una curiosità: una intestazione a grattacielo ha avuto più click rispetto alle volte che ho inserito il link vicino al menù principale del blog.

La barra laterale e Google Adsense

Adsense nella barra laterale del blog è una delle prime alternative dei blogger principianti che non possono accedere ad altre parti in quanto non hanno dimestichezza con i codici del tema (sicuramente nel prossimo futuro alcuni super-plugin risolveranno questo limite). Non è una buona posizione (di solito) per monetizzare. A mio parere la barra laterale è un luogo privilegiato per striscioni con contenuto “speciale” e “prodotti di informazione”.

Adsense alla fine del post

Un banner funziona meglio con Google Adsense, se inserito nella parte finale di un post. Mi sono sempre chiesto perché è così, la risposta è perché il banner si distingue perfettamente, ma il formato dovrebbe essere attraente per i lettori (e io escludo che nella maggior parte dei casi venga premuto per errore).

Adsense nel piè di pagina

Si tratta di uno degli striscioni che meno troverete nei siti e blog. Personalmente non ho mai provato questo sistema di monetizzazione, ma probabilmente è anche una posizione insolita, perché è inutile. Se infatti si considera che più è alto, più è visibile, non è la posizione migliore per un banner sul nostro blog.
Un CPC nel piè della pagina non sembra essere il posto più consigliato.

Moltiplicatore di Adsense

Ho visto non molto tempo fa un articolo che ha attirato la mia attenzione, un banner a grattacielo di Adsense sdraiato consistente in un CTR moltiplicato per 10 per l’utente che ha familiarità con questi sistemi di pubblicità. A voi capire se fa al vostro caso.

You may also like