Quanto è difficile fare Forex?

Quanto è difficile fare Forex?

Quanto è difficile fare Forex?

La negoziazione nel mercato Forex è basata essenzialmente sull’analisi tecnica, e nell’essere costantemente collegati attraverso l’analisi delle notizie rilevanti per trovare le migliori opportunità di ingresso offerte dal mercato.

Il Forex trading e il trading con le azioni

Il Forex Trading implica solitamente l’impegno di una intera giornata di negoziazione, è un’attività stressante e non dovrebbe essere considerata un passatempo. Quando sentiamo che il trading Forex è più rischioso e difficile della negoziazione delle azioni, è inteso che è più semplice detenere azioni piuttosto che fare analisi Forex.

Mettere a confronto il Forex trading e le quotazioni delle azioni vuol dire mettere a confronto pregi e difetti di entrambe.

“Alla fine scopriremo che la scelta dipende dalle inclinazioni personali.”

Le differenze:

  • I mercati Forex sono più attivi rispetto al mercato azionario che è più rigido;
  • Le azioni non sono negoziabili durante tutto l’arco della giornata, perché molte azioni hanno un basso volume e si muovono lentamente;
  • Non ci sono commissioni nel Forex;
  • Ci sono 8 coppie principali nel Forex, e sono tutte liquide;
  • Il trading Forex è molto più liquido rispetto alle azioni;
  • Nel Forex, le negoziazioni sulle coppie di valuta sono molto attive, questo significa che in un determinato giorno, si ha l’opportunità di negoziazione con una di queste coppie;
  • Il trading Forex è molto più veloce del mercato azionario, hai meno tempo per prendere una decisione;
  • Il trading Forex, essendo un mercato più veloce può portare ad essere indisciplinati, un sentimento dettato dall’impulso di fare un sacco di soldi in un breve periodo di tempo;
  • Le coppie Forex sono molto più volatili durante il giorno;
  • Ci sono molte informazioni sulle principali valute, che possono aiutare a fare una analisi di mercato corretta;
  • Nel mercato Forex la leva è molto più sfruttata;
  • Il Forex è aperto 25/5;
  • La negoziazione delle azioni include la conoscenza di migliaia di società quotate;
  • Lo studio dei movimenti delle azioni e dell’analisi tecnica, presenta somiglianze con il Forex.

Come abbiamo visto ci sono delle differenze importanti tra il Forex e le Azioni, ma quale scegliere tra le due?

“La decisione tra fare Forex e compravendita di Azioni è del tutto personale.”

Capito questo, nel momento in cui si decide di fare Forex, occorre un piccolo capitale variabile tra i 500 e i 1000 euro.

Negoziare con successo nel Forex

Negoziare con successo richiede una certa quantità di abilità e capitale da investire. Il Forex ha grandi movimenti di prezzo, ossia oscillazioni difficili da prevedere per chi non ha dimestichezza nella materia.
La semplice analisi tecnica standard, non è sufficiente per avere successo. Quando si fa Forex trading si deve cercare di capire cosa stanno facendo gli altri operatori, studiando il movimento dei grafici attraverso le candele che si formano ad ogni intervallo di tempo. Inoltre occorre predisporre indicatori personali.

I segnali Forex possono aiutarti ad imparare

I segnali Forex sono dei suggerimenti, è uno strumento per la negoziazione che sta diventando molto popolare per via dei numerosi vantaggi che ne derivano dall’utilizzo.
Gli operatori che utilizzano i segnali Forex hanno a disposizione giornalmente una serie di segnali con un certo grado di successo.

“Un fornitore di segnali serio e regolamentato ha una percentuale di successo tra il 65 e il 75%”.

In pratica i segnali aiutano a prendere decisioni informate per massimizzare i profitti.

Conclusione

Nessuno può dire che fare Forex trading sia qualcosa di semplice, ma non è neanche impossibile. Si può imparare una buona strategia che porterà al successo con il giusto approccio, che significa applicarsi nello studio delle basi del mercato finanziario.

“Il successo arriva con la mentalità giusta.”

www.ilforextrading.it

Continue Reading

La AMF lancia un avvertimento per gli investimenti in diamanti

La AMF lancia un avvertimento per gli investimenti in diamanti

AMF e l’investimento in diamanti

L’AMF ha lanciato una serie di avvertimenti e avvertenze per chi investe in diamanti.
Investire in diamanti è molto attraente, e a detta di molti è un investimento sicuro.
Quante volte ci è stato detto che investire in diamanti può consegnarci rendimenti eccezionali a volte quasi incredibili, capita spesso e gli strumenti pubblicitari sono molteplici.
Andiamo a vedere con la lente di ingrandimento questo tipo di investimento.

“La AMF ha lanciato un serio avvertimento a tutti gli operatori che intendono investire in diamanti, e raccomanda di prestare la massima attenzione.”

Sebbene gli avvertimenti su questo genere di investimento è stato più e più volte ribadito come un segnale di allarme, la AMF ha osservato che gli investimenti in diamanti invece di diminuire stanno aumentando.
Le ragioni sono probabilmente legate alla pubblicità aggressiva che è possibile ascoltare sia dalla televisione che alla radio, e recentemente anche attraverso cartellonistica pubblicitaria stradale.
La campagna aggressiva per raggiungere il maggior numero di utenti utilizza anche campagne di emailing su larga scala.

La forza di questa pubblicità sta nel suo slogan:

“Potete ottenere tassi di rendimento mai visti a rischio zero.”

Le lamentele degli investitori

La AMF lancia un avvertimento per gli investimenti in diamanti
La AMF lancia un avvertimento per gli investimenti in diamanti

Chi ha investito in diamanti lamenta un marketing aggressivo da parte delle piattaforme che chiedono sempre maggiori investimenti ai loro clienti, dall’altra parte i clienti che invece vogliono disinvestire non riescono perché impossibilitati nel contattare il loro referente.

Ovviamente queste lamentele sono state raccolte dalla AMF, che costatato il clima di incertezza che regnava intorno a questo tipo di investimento, ha lanciato immediatamente una raccomandazione agli investitori di non investire in queste piattaforme in qualsiasi forma.

Le avvertenze della AMF

L’AMF sempre attenta agli eventi di mercato, e pronta ad informare gli investitori, ricorda a tutti che gli investimenti in generale sono rischiosi, e che questo tipo di pubblicità aggressiva deve essere un campanello di allarme per chiunque intenda sottoscrivere un contratto in diamanti o altra forma di investimento.

Inoltre, la AMF raccomanda di denunciare qualsiasi evento fraudolento, e fornire alle autorità legali competenti tutte le informazioni del caso. Per tale motivo, suggerisce agli utenti che abbiano subito una frode di preservare le prove per consegnarle alle autorità competenti.

“Una pubblicità allettante non deve farvi trascurare il fatto che… a rendimenti elevati sono contrapposti rischi elevati!”
Quando si decide di sottoscrivere un contratto di investimento con un broker occorre prima informarsi circa le certificazioni, le autorizzazioni, la sede dell’azienda la sua storia ecc…
Fate attenzione… fate trading consapevolmente.

Continue Reading

Perché investire in obbligazioni

investire in obbligazioni

Che cosa significa quando i tassi delle obbligazioni salgono?

Questa è una domanda che molti commercianti si pongono, e in realtà non so come questa possa influenzare le loro decisioni di trading. Cerchiamo di dare una risposta tecnica.

Il modo migliore per affrontare la questione è con un esempio:
Se i tassi obbligazionari sono attualmente fissato al 10 per cento, significa che è possibile acquistare un bond per € 100, e in un anno, si otterranno € 110. Come conteggio è abbastanza facile, ma se i tassi scendono fino a 5 per cento, il legame con il capitale scende a € 5, € 105 in un anno. Anche in questo caso, il conto economico è ancora facile.

Ciò che differisce dall’esempio precedente è quando i tassi dei titoli diventano più attraenti in alcuni momenti rispetto ad altri. Quando diventano più attraenti, come l’esempio precedente del 10 per cento di cui sopra, ottenete una percentuale maggiore. Ora, diamo un’occhiata a un vero e proprio esempio.

Quando la Federal Reserve alza i tassi di interesse dello 0,25 per cento, che cosa realmente sta accadendo?

Accade che il vostro denaro (si pensi al dollaro USA) sta per valere di più in un anno di quanto lo sarebbe stato qualche mese fa, i tassi di interesse salgono (il denaro crescerà ad un tasso più veloce se i tassi di interesse fossero rimasti dove erano), e si investisse in obbligazioni. Questo toglie i soldi ai titoli, come le azioni, perché ora le obbligazioni sono più attraenti.

Se i tassi di interesse sono stati fissati a 0,75 per cento, ora sono arrivati alla percentuale dell’1,00 per cento, i vostri € 100 ora avranno un ritorno di 1 € in un anno, invece di € 0.75. In questo caso, però, stiamo parlando di miliardi di euro.

Questo è il motivo per cui le variazioni apportate dalla Fed movimentano milioni di dollari. C’è da dire inoltre che a volte l’impatto non è enorme, come quello che abbiamo visto nel mese di dicembre 2015, anche se lo stesso poi ha avuto breve durata, ed i mercati avevano completamente recuperato entro l’inizio di aprile di quest’anno (2016).

A volte, ci siamo trovati di fronte a delle bolle come quella accaduta nel 1980, e l’impatto prima di essere assorbito dai mercati ha impiegato diversi anni.

E ‘importante che abbiamo sia una breve che una visione a lungo termine nel momento in cui i tassi sono cambiati.

La visione a breve termine ha bisogno di valutare la reazione del pubblico, mentre la visione a lungo termine ha bisogno di guardare le decisioni fondamentali e la matematica a supporto del cambiamento.

A breve termine in un momento di panico è probabile che a guidare i prezzi delle attività verso il basso sia il dollaro contro le valute più deboli. Il quadro a lungo termine è molto più difficile da determinare, ma di solito si uniforma nel corso del tempo. Se prendete diverse scadenze per il trading di opzioni binarie, mantenere questo punto di vista equilibrato vi aiuterà a evitare un trading disinformato.

Il dare e avere non è una correlazione negativa al 100 per cento, per cui vi è la possibilità per i traffici a breve termine di avere un margine di errore, ma fino a quando si utilizzano gli orari forti delle attività commerciali, prendendo misure preventive quando si tratta di rischiare, le probabilità di un commercio in the money sono maggiori.

Continue Reading

Trading online: inganno, miraggio o realtà?

Trading online: inganno, miraggio o realtà?

Il trading online è una pratica molto popolare ormai diffusa tra tutti i generi di investitori, centro di dibattiti e discussioni in moltissimi siti internet e forum finanziari specializzati.

Pubblicità e riferimenti a Broker e prodotti specifici del trading online (opzioni binarie o i Cfd Forex) sono ormai presenti su quasi tutte le pagine internet o Blog che discutono di finanza e/o economia.

Gli annunci sono quasi tutti dello stesso tenore, inneggianti l’occasione di vivere di trading o alla possibilità di guadagnare immediatamente fino anche l’85/86% del capitale investito in meno di 1 minuto (opzioni binarie 60 secondi), piuttosto che ricavare un profitto molto più alto grazie ai Cfd Forex (Contratti per differenza) e all’effetto leva a questo strumento associato.

Rendite sicure, guadagni facili, profitti istantanei e percentualmente più elevati di qualunque altra forma di investimento conosciuta, sono le “armi di seduzione” del trading online che fanno leva sul desiderio di molti risparmiatorri di investire autonomamente i propri soldi senza bisogno di pagare commissioni o tasse a Banche o intermediari.

E’ chiaro, quindi, che la prospettiva di guadagnare di più e di farlo senza dover ricorrere a intermediari, sta spingendo molte persone verso quelle che sono definite piattaforme dio trading online con le quali è oggi possibile aprire un “conto di trading” e investire liberamente in una miriade di opportunità finanziarie.

Ma è davvero così semplice aprire un conto di trading ed iniziare a guadagnare con gli investimenti online? Cosa c’è di vero e cosa si cela dietro questo tipo di attività?

Un inganno, oppure una concreta opportunità?

Tutte domande, queste, giuste ed opportune, le quali chiunque abbia intenzione di avvicinarsi al trading online dovrebbe porsi e alle quali dovrebbe cercare su internet le risposte.

Vediamo di provare a dare insieme una prima sommaria e necessaria spiegazione di questo straordinario fenomeno chiamato “trading online”.

Che cosa è il trading online

Praticare attività di trading online vuol dire muovere i propri risparmi sui mercati finanziari ed investire in una serie di strumenti (opzioni binarie, azioni, obbligazioni, Cfd, etc) utilizzando una piattaforma digitale organizzata allo scopo, fornita dai Broker online.
Il Broker ci garantisce accesso ai mercati finanziari e mette a disposizione dei suoi iscritti una serie di strumenti ed opportunità (Bonus, promozioni, rendimenti, news, etc) che hanno come obiettivo di fornire all’utente le migliori condizioni di trading possibili.
In sostanza, iscrivendoci ad un Broker online, eleggiamo questo come nostra piattaforma di fiducia alla quale affidare i nostri soldi e con la quale gestire i proventi dell’attività speculativa.

Ma si guadagna veramente con il trading online?

Ecco la domanda delle domande, quella che si fanno tutti coloro che gli sarà capitato dileggere o sentire parlare di trading online, di trading binario, e di quanto sia facile e veloce guadagnare con questo genere di attività.

Si guadagna veramente con il trading online, oppure è una delle tante truffe che girano sul web?

Il trading online non è una truffa, ma non è neanche un’isola felice sulla quale approdare facilemente e ottenere subito i guadagni sperati.
No, il trading onlin è un’attività seria, professionale, con la quale si può davvero guadagnare un mucchio di soldi e con la quale non esiste limite di età o di denaro per potre iniziare, ma che bisogna imparare a conoscere prima di gettarcici a capofitto e magari rimanerne delusi.
Esiste un mucchio di gente, infatti, che con il trading online riesce a guadagnare un mucchio di soldi con solo ½ ore al giorno di trading, e ci sono altrettanto investitori che perdono regolarmente un sacco di soldi.

Fermo restando che nel trading online non esistono trucchi o ricette miracolose per riuscire a guadagnare tanto ed in breve tempo, possiamo soltanto dire che il miglior modo per iniziare è quello di rivolgersi a Brokers online professionali, legali e che offrano gratuitamente l’opportunità di seguire corsi o tutorial didattici finalizzati ad insegnare le basi del trading a chi è in procinto di iniziare e ancora privo dell’esperienza necessaria.

Diffidate da chi cerca di vendere strategie vincenti o metodi sicuri per guadagnare con il trading online.

In ambito finanziari l’unica cosa che conta veramente sono le informazioni e l’osservazione dei mercati attraverso strumenti di trading specifici (grafici, quotazioni in tempo reale, news, etc).
Se qualcuno vi propone un metodo scientificamente provato per guadaghnare con le opzioni binarie piuttosto che con il Forex, allora vuol dire che sta provando a truffarVi.

Quindi il trading online è tutta una truffa?

Indiscutibilmente possiamo affermare che il trading online non è una truffa.
Possiamo dire chemolto psesso viene trattato l’argomento con una superficialità tale da indurre molte persone a credere che si tratti proprio di un tentativo di inganno.

La verità anche in questo caso si trova a metà via, tra chi senza scrupolo prova a far leva sulle difficoltà economiche promettendo guadagni facili, e chi, invece, fa del trading online il siuo strumento di sostentamento primario e sa bene che nulla avviene per caso e che dietro ogni profitto vi sono ore ed ore di studio ed impegno.

In quest’ottica ci sentiamo di raccomandare sempre di scegliere un broker professionale, Italiano e sopratutto che sia autorizzato dalla CONSOB o da altro organismo internazionale (CySEC, Fsa, etc).

Fondamentale per svolgere attività di trading online è scegliere un Broker qualificato, affidabile e che quindi garantisca le migliori condizioni di trading possibili.

www.tradingmania.it

Continue Reading

Quale strategia di opzini binarie adottare?

Quale strategia di opzioni binarie adottare?

Anche se questi sono strumenti finanziari facile da padroneggiare, le opzioni digitali senza strategia è quanto di più probabile vedere il proprio capitale sciogliersi come neve al sole. Le opzioni binarie sono uno strumenti di negoziazione particolarmente adatto alla realizzazione di numerose strategie con le diverse modalità di funzionamento e piccolo investimento per aprire una posizione.

In effetti, alcuni broker offrono il commercio di un’opzione binaria con solo un euro. Ma imparare le opzioni binarie è fondamentale e richiede una strategia che consente di ridurre i rischi.

Tutte le strategie di trading hanno un solo obiettivo:

“ridurre al minimo i rischi e aumentare le possibilità di vincita”.

Ciò comporta inevitabilmente la migliore stima possibile delle future tendenze del mercato e quindi l’applicazione della migliore tra le diverse strategie.

Le opzioni binarie contribuiscono anche a coprire le posizioni in altri mercati.

Le strategie possono efficacemente coprire le posizioni in altri mercati finanziari o essere utilizzate anche per speculare solo sulla borsa binaria. Ad esempio, la strategia Straddle è ideale per investire in un mercato altamente volatile con l’acquisto di una “put” o “call” per coprire qualunque direzione del mercato.

La strategia di “mercato trend” è uno dei metodi più efficaci per stimare le condizioni in cui si trova il mercato. Qualunque sia la strategia utilizzata, i trader dovranno fare affidamento sui grafici e strumenti di analisi tecnica per selezionare la strategia più appropriata.

Uso di un conto demo per sviluppare le strategie

Nonostante quello che la pubblicità vorrebbe farci credere, non è facile guadagnare soldi regolarmente speculando on-line, la cautela è il tuo migliore alleato, nonché la formazione. Prendendo il tempo per capire i diversi tipi di analisi tecnica, l’analisi fondamentale e grafici, vi aiuteranno a perfezionare le strategie e ad identificare chiaramente le opportunità di mercato in un istante.

Infine una delle strategie più importanti è la gestione del denaro, investite solo piccole somme con un valore mai oltre il 10% del vostro capitale.

http://www.tradingopzionibinarie.com/strategie-opzioni-binarie/

Continue Reading

Insuccesso spending review

Spending review

Il Presidente della Corte dei Conti ha dichiarato che la Spending Review è stato un parziale insuccesso ed ora sono a rischio i servizi, oltre questo ha sottolineato che i margini di contenimento della spesa verranno limitati in futuro.

Secondo quanto dice la Corte dei Conti la colpa di questi risultati è da imputare ad una inadeguata costruzione di solide basi conoscitive sui meccanismi regolatori, sui contenuti e sui vincoli che caratterizzano le diverse categorie di spesa che erano al centro dei tagli di spesa, tutto questo è stato dichiarato alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2016 da Raffaele Squitieri.

Oltre questo Squirteri ha dichiarato che i risultati nascondono tutti i segni delle rigidità e delle difficoltà che sono state incontrate durante la scelta delle operazioni di contenimento della spesa.

Il contenimento della spesa è oramai passato da interventi razionalizzati a operazioni confusionarie, di soppressione di prestazioni alla collettività e la cosa stà creando diversità di accesso dei cittadini ai servizi oltre che particolari modelli territoriali.

Nei prossimi anni i margini di risparmio sotto il punto di vista delle spese saranno molto limitati.

Continue Reading

Via libera al piano gestione sofferenze per le banche

Via libera al piano gestione sofferenze per le banche

Ungheria ed Italia hanno ottenuto il via libera da parte della Comunità Europea per la gestione dei crediti deteriorati delle banche, lo ha annunciato la stessa Commissione.

In particolar modo per il nostro paese è stato formalizzato l’accordo che era stato accettato lo scorso 26 gennaio dal nostro Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e dal Commissario Europeo Margrethe Vestager.

Il Consiglio dei Ministri entro questa serà varerà lo schema che prevede che la garanzia statale sarà ripagata in piena linea con le condizioni di mercato in base alla percentuale di rischio assunto concedendo una garanzia sui prestiti cartolarizzati in sofferenza.

Il Gacs, come è stato denominato tutto il meccanismo ha come obiettivo l’incentivo per le banche di cedere le proprie sofferenze a veicoli migliori che in un secondo momento avranno il compito di cartolarizzare i crediti facendoli così uscire dai bilanci bancari.

Il totale dei crediti lordi in sofferenza ammontano a circa 200 miliardi di euro di cui 90 miliardi sono già stati svalutati.

Per quanto riguarda lo schema italiano vi è una garanzia limitata alle trance senior delle cartolarizzazioni, ovvero quelle più solide che riescono a sopportare eventuali perdite derivate da recuperi sui crediti inferiori alle attese.

Il prezzo del Gacs verrà calcolato prendendo come riferimento il valore dei prezzi dei CDS degli emittenti italiani che hanno il livello di rischio uguale a quello dei titoli garantiti.

Continue Reading

Successo e Rischi nel Trading binario

Opzioni binarie

La nota dolente, starai pensando!

Ebbene, anche per quanto concerne le eventuali perdite, dobbiamo considerare che queste sono molto più controllabili e gestibili di qualsiasi altra forma, non solo di investimento finanziario, ma anche di risparmio tradizionale.

Quando investiamo in opzioni binarie, siamo noi che stabiliamo la somma da impiegare per ogni singola operazione.

Mentre con le opzioni binarie abbiamo il controllo assoluto sui nostri risparmi, non possiamo dire lo stesso di altre forme di investimento come le Azioni.

Quando acquistiamo una opzione binaria, sappiamo quanto ci possiamo guadagnare, e sappiamo che nella peggiore delle ipotesi perdiamo il capitale impiegato in quella singola operazione.

Viceversa, quando acquistiamo dei titoli Azionari, non ci limitiamo come nel caso delle opzioni binarie ad investire 5/10 Euro alla volta, ma ci esponiamo per migliaia di Euro.

Un crollo improvviso della Borsa o di quel titolo in particolare, determina una perdita non calcolabile anticipatamente come per le opzioni binarie.

Per fare un esempio pratico, supponiamo di voler acquistare una opzione binaria sul “Cross” di valute Eur/Usd, e che questa opzione offra un rendimento del 79%.

Stabiliamo, quindi, di investire 20 Euro sulla previsione che la nostra moneta, l’Euro, allo scadere dell’opzione (supponiamo 60 secondi) salga di valore rispetto al prezzo di acquisto.

Nel caso la nostra previsione risultasse corretta, abbiamo concluso “In the Money” l’operazione, e abbiamo guadagnato 36 Euro lordi, e 14 netti (79% di 20).

Con questo esempio voglio sottolineare un concetto importante, e che quando acquistiamo una opzione binaria, siamo noi a stabilire l’importo da impiegare e a fronte del quale possiamo avere un’idea di quanto ci guadagnamo.

Vedi: www.tradingopzionibinarie.com

Probabilità di successo nelle Opzioni binarie

Sempre per fare un paragone con altri sistemi di trading, quello delle opzioni binarie ha la più alta probabilità di successo di qualunque altra.

Questo concetto, se ci pensate, è racchiuso nell’essenza stessa di un contratto di opzione; quando acquistiamo una qualsiasi opzione binaria, sia essa legata ad una Azione, ad un Indice, ad una Valuta o ad una Commodity, acquistiamo una semplice previsione, scegliendo tra soltanto due possibilità, “Call” o “Put”.

Non abbiamo una terza possibilità, l’opzione o si chiude in vincita perchè abbiamo fatto la previsione corretta, oppure, al contrario, si chiude in perdita.

Detto ciò, possiamo stabilire che le probabilità di successo di una opzione binaria è del 50%.

Continue Reading

Guadagnare con le opzioni binarie

Guadagnare con le Opzioni binarie

Guadagnare con le Opzioni binarieL’obiettivo di chi investe in Borsa è quello di ottenere rendimenti elevati in tempi brevi.

In questo momento la forma di investimento che più si avvicina a soddisfare questo obiettivo è quello di negoziare in opzioni binarie.

Non è un caso, infatti, che in tantissimi, principianti, professionisti, uomini e donne, scelgono di investire parte dei propri risparmi attraverso questo nuovo strumento finanziario, il quale, come si legge da più parti, è da ritenersi a tutti gli effetti un prodotto finanziario dal funzionamento elementare con il quale è possibile ottenere ricavi veloci e ripetuti.
Inaugurate sui mercati finanziari agli inizi del 2010, le opzioni binarie sono da subito divenute “virali”, arrivando nel giro di pochissimi mesi a “contagiare” centinaia di migliaia di investitori sparsi in tutto il pianeta.

Conosciute per essere lo strumento di trading più facile che esista attualmente sui mercati finanziari, le opzioni binarie offrono la possibilità di guadagnare con la Borsa investendo sull’ipotesi che i prezzi di determinati “Asset” finanziari (azioni, Indici, materie prime, valuta, etc), salgano o scendano, lasciando a chi investe la facoltà di investire denaro su una sola di queste due possibilità.

Il rendimento è fisso, stabilito dalle piattaforme di trading che “confezionano” l’opzione binaria, ed è compreso tra il 70% ed il 90%.

Vantaggi di investire in Borsa con le opzioni binarie

Il primo vantaggio di investire in Borsa attraverso le opzioni binarie è rappresentato dal fatto che il più facile di tutti gli strumenti finanziari moderni, dalle azioni alle obbligazioni, dai Cfd alle obbligazioni.

Chiunque è in grado di investire in opzioni binarie, il funzionamento è molto semplice, basta scegliere se il prezzo di una azione,di una valuta o di una materia prima, alla scadenza (60 secondi, 5/10 minuti, e così via) sarà superiore o inferiore quello di acquisto.

Basta effettuare la scelta giusta ed il rendimento è garantito.

Il secondo grande vantaggio rappresentato da questo prodotto di trading, è il fatto per cui si può guadagnare anche quando il mercato si muove in terreno negativo (scende), e non solo quando il mercato sale.

Caratteristica, questa, molto importante e che differenzia le opzioni binarie da qualsiasi altro strumento finanziario.

Con le opzioni binarie si gudagna sempre, sia in momenti di mercato deboli e negativi, sia quando il mercato fa registrare volumi di scambio alti e si muove in terreno positivo.

Altro grande vantaggio di investire in opzioni binarie, è dato dal fatto per cui è possibile ottenere un profitto consistente anche in presenza di piccolissime variazione di prezzo dei singoli “Asset”.

Con le opzioni binarie, infatti, si guadagna anche quando si investe sul rialzo o ribasso di un determinato asset (titolo azionario, Indice di Borsa, valuta, materia prima, etc), e questo subisce una variazione millesimale rispetto al prezzo di acquisto.

In sostanza, non ha importanza di quanto sarà la variazione del prezzo (rialzo o ribasso non fa differenza), l’importante è che questa ci sia nei tempi stabiliti dalla “scadenza” dell’opzione.
Se una opzione ha “scadenza” di 1 minuto (opzioni 60 secondi), la variazione al ribasso o al ribasso dovrà avvenire entro tale periodo.

Come è facile intuire, le opzioni binarie offrono la possibilità di guadagnare cifre importanti in un tempo brevissimo, e possono rappresentare un’ottima opportunità per far rendere i propri risparmi anche in “trend” di mercato negativi.

Vedi anche: http://www.tradingopzionibinarie.com/guadagnare-con-le-opzioni-binarie/

Tipologie di opzioni binarie attualmente in commercio

Sulle pittaforme di trading è possibile negoziare con diverse tipologie di opzioni binarie, di seguito elencate e spiegate nel dettaglio.

1. Call/Put

Questa è l’opzione più conosciuta e maggiormente acquistata.

2. Facile e linerare

Questa consiste nel dover prevedere se il prezzo dell’asset , alla scadenza, sarà Call (maggiore) o Put (minore) del prezzo di acquisto.
Il rendimento per questo tipo di opzione è del 70/90% circa, e varia a seconda del Broker che sceglieremo.

3. Touch/No Touch

Anche questa opzion è particolarmente apprezzata dai giovani traders, e consiste nel prevedere se il prezzo dell’asset “tocca o non tocca” un determinato livello di prezzo stabilito in partenza dal Broker.

4. Intervallo

In questo caso è il Broker che stabilisce un “range” di prezzo (un minimo ed un massimo) entro il quale deve rimanere il prezzo dell’Asset alla scadenza.
A previsione corretta sono previsti rendimenti altissimi, anche in questo caso variabili in funzione del Broker scelto.

5. Le Opzioni di Coppia (Pair)

Queste sono una novità ed una esclusiva di certi Broker.
Con le Opzioni di Coppia (Pair) sono presi in considerazione due “Asset” della stessa categoria (due azioni piuttosto che una coppia di valuta), e bisogna stabilire quale tra questi due Asset otterrà alla scadenza la performance migliore.

Nel caso di una opzione di Coppia su due titoli azionari (Google/Vodafone), il compito dell’investitore sarà quello di scegliere quale tra i due titoli azionari alla scadenmza avrà ottenuto il rendimento migliore.

Facili e molto ben pagate.

Dove fare trading binario

Con le opzioni binarie si possono controllare molto più facilmente i rischi e le probabilòità di perdere parte del capitale.

Per guadagnare con le opzioni binarie è necessario non avere fretta e mantenere sempre e comunque calma e sangue freddo, nella consapevolezza che basta una scelta azzeccata per riportare le sorti di qualsiasi sessione di trading a nostro favore.

In questo senso è importante scegliere opzioni dal rendimento percentualmente più alòto di altre, e affidarci soltanto a Broker legali e professionali.

Quali sono i broker migliori di opzioni binarie?

I parametri per scegliere un buon Broker con il quale aprire un conto di trading sono 4:
Legalità e affidabilità, Deposito minimo, trade minimo e servizio assistenza.

Vedi: http://www.tradingopzionibinarie.com/migliori-broker-trading-binario/

Legalità e affidabilità

Un Broker è legale ed affidabile nel momento in cui è autorizzato dal Cysec o dlla Consob.
Qualsiasi altra piattaforma di trading non autorizzata da uno degli organismi di vigilanza appena menzionati o da altre Autority a carattere nazionale, non sono Broker legali.

Deposito minimo

Scegliamo Broker dal “deposito minimo” vantaggioso”, non troppo oneroso e che offra anche un buon “Bonus”.
Il deposito minimo è la somma che bisogna versare nel momento in cui scegliamo di aprire un account presso un Broker online regolamentato, e consiste in un versamento compreso tra i 100 ed i 250 Euro di alcune piattaforme.

Trade minimo

Il “trade minimo” ci indica qual’è la somma minima che è possibile investire su una singola opzione binaria presente sulla piattaforma di trading.

Servizio asistenza

Un Broker che funziona è un Broker che oltre agli alti rendimenti è una piattaforma in grado di fornire ai propri utenti un servizio assistenza efficace e all’altezza.
Molti utenti sono traders alle prime armi senza nessuna esperienza in questo ambito, e avere un servizio assistenza in grado di rispondere ad ogni dubbio o domanda è un servizio molto apprezzato.

Continue Reading

Impatto cinese sull’economia europea

Borse asiatiche

La commissione Europea in un comunicato stampa ha tenuto a dichiarare che considerare la Cina un economia di mercato bensì che un economia a controllo statale avrebbe un forte impatto sull’economia di tutta l’Eurozona.

La commissione di Bruxelles dopo un dibattito dei suoi commissari ha dichiarato che un cambio di status dell’economia cinese all’interno del quadro di tutte le regole antidumping europee andrebbe a modificare tutta la metodologia di calcolo dei relativi doveri e questo avrebbe un brusco impatto su tutta l’economia europea.

La Commissione ha inoltre fatto sapere che al più presto farà partire delle consulte con tutti i partner commerciali come per esempio gli Stati Uniti sull’argomento ed in seguito lo farà anche le imprese europee.

Continue Reading