Perché investire in obbligazioni

investire in obbligazioni

Che cosa significa quando i tassi delle obbligazioni salgono?

Questa è una domanda che molti commercianti si pongono, e in realtà non so come questa possa influenzare le loro decisioni di trading. Cerchiamo di dare una risposta tecnica.

Il modo migliore per affrontare la questione è con un esempio:
Se i tassi obbligazionari sono attualmente fissato al 10 per cento, significa che è possibile acquistare un bond per € 100, e in un anno, si otterranno € 110. Come conteggio è abbastanza facile, ma se i tassi scendono fino a 5 per cento, il legame con il capitale scende a € 5, € 105 in un anno. Anche in questo caso, il conto economico è ancora facile.

Ciò che differisce dall’esempio precedente è quando i tassi dei titoli diventano più attraenti in alcuni momenti rispetto ad altri. Quando diventano più attraenti, come l’esempio precedente del 10 per cento di cui sopra, ottenete una percentuale maggiore. Ora, diamo un’occhiata a un vero e proprio esempio.

Quando la Federal Reserve alza i tassi di interesse dello 0,25 per cento, che cosa realmente sta accadendo?

Accade che il vostro denaro (si pensi al dollaro USA) sta per valere di più in un anno di quanto lo sarebbe stato qualche mese fa, i tassi di interesse salgono (il denaro crescerà ad un tasso più veloce se i tassi di interesse fossero rimasti dove erano), e si investisse in obbligazioni. Questo toglie i soldi ai titoli, come le azioni, perché ora le obbligazioni sono più attraenti.

Se i tassi di interesse sono stati fissati a 0,75 per cento, ora sono arrivati alla percentuale dell’1,00 per cento, i vostri € 100 ora avranno un ritorno di 1 € in un anno, invece di € 0.75. In questo caso, però, stiamo parlando di miliardi di euro.

Questo è il motivo per cui le variazioni apportate dalla Fed movimentano milioni di dollari. C’è da dire inoltre che a volte l’impatto non è enorme, come quello che abbiamo visto nel mese di dicembre 2015, anche se lo stesso poi ha avuto breve durata, ed i mercati avevano completamente recuperato entro l’inizio di aprile di quest’anno (2016).

A volte, ci siamo trovati di fronte a delle bolle come quella accaduta nel 1980, e l’impatto prima di essere assorbito dai mercati ha impiegato diversi anni.

E ‘importante che abbiamo sia una breve che una visione a lungo termine nel momento in cui i tassi sono cambiati.

La visione a breve termine ha bisogno di valutare la reazione del pubblico, mentre la visione a lungo termine ha bisogno di guardare le decisioni fondamentali e la matematica a supporto del cambiamento.

A breve termine in un momento di panico è probabile che a guidare i prezzi delle attività verso il basso sia il dollaro contro le valute più deboli. Il quadro a lungo termine è molto più difficile da determinare, ma di solito si uniforma nel corso del tempo. Se prendete diverse scadenze per il trading di opzioni binarie, mantenere questo punto di vista equilibrato vi aiuterà a evitare un trading disinformato.

Il dare e avere non è una correlazione negativa al 100 per cento, per cui vi è la possibilità per i traffici a breve termine di avere un margine di errore, ma fino a quando si utilizzano gli orari forti delle attività commerciali, prendendo misure preventive quando si tratta di rischiare, le probabilità di un commercio in the money sono maggiori.

You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *